Dimissioni Sgarbi!

Dimissioni Sgarbi!

Ci uniamo alla richiesta di dimissioni del signor Sgarbi inoltrata dall'Associazione Antimafie Rita Atria
Read more

Rita Atria: chiediamo alla Sindaca di Roma il conferimento della cittadinanza onoraria

Rita Atria: chiediamo alla Sindaca di Roma il conferimento della cittadinanza onoraria

L’Associazione Antimafie “Rita Atria” ha richiesto alla Sindaca di Roma, Virginia Raggi, il conferimento della cittadinanza onoraria a Rita Atria, secondo quanto già anticipato all’Assessora alle politiche della Scuola, Cultura e Sport e politiche giovanili del Municipio VII, Elena De Santis, intervenuta all’evento organizzato in occasione della commemorazione del 25° anniversario della morte di Rita, svoltosi quest’anno a Roma in Viale Amelia, il luogo dove spiccò il volo verso le sue “stelle”, a soli diciassette anni. .....
Read more

IN VIAGGIO CON RITA ATRIA E STEFANIA NOCE

IN VIAGGIO CON RITA ATRIA E STEFANIA NOCE

“In Viaggio con Rita Atria e Stefania Noce”, il cui format è firmato dall’Associazione Culturale immaginARTE, è uno spettacolo che unisce più linguaggi artistici attraverso i quali si vogliono ricordare queste due giovani donne, facendo “Memoria Attiva” delle loro Idee e delle loro lotte, attraverso le poesie ed i pensieri di Stefania Noce, volata per mano assassina su una Stella, le vicissitudini di Rita Atria ed il significato simbolico delle loro rose rosse, la Musica che ascoltavano…. “In Viaggio con Rita Atria e Stefania Noce” narra di queste due giovani donne, attraverso un Viaggio tra le Idee, i Sogni, le Speranze, che raccontano, innanzitutto, le loro Vite.
Read more

Il Sangue Limpido del Mare - il libro

Il Sangue Limpido del Mare - il libro

Una ragazza molto giovane parte dall’Africa per scappare dalla guerra, lasciando gli unici affetti che le sono rimasti: una bambola di pezza ed un cucciolo. Si imbarca in un “viaggio della disperazione”, col sogno di tornare ma anche col sogno di trovare una nuova vita; durante il viaggio teme il mostro del mare delle leggende, Scilla, e realizza che forse è molto più di una leggenda, solo che non era come lo immaginava. Giunta a terra viene incantata da chi le promette un futuro luminoso, ma man mano che procede vede i suoi compagni in semischiavitù, i suoi sogni sbriciolarsi. Le stelle diventano di pietra e “la terra promessa non è più né terra né promessa”, e si ritrova infine nella schiavitù della prostituzione. Qui finisce la prima parte del libro, e accade una cosa: che in quell’abisso lei trova un tesoro: si rivela la sua natura e si innamora di una compagna di sventura. Questo le dà la forza di ritornare. Nella seconda parte del viaggio lascia il suo amore e scappa, per ritornare; incontra di nuovo le sue stelle, che tornano sempre più luminose; incontra di nuovo Scilla, che adesso reputa amica poiché non teme più alcun mostro del mare dopo aver incontrato quelli della terra. Il libro finisce come in un “cerchio”, col ritorno e la voglia di partire di nuovo, a recuperare qualcuno e qualcosa di molto importante. .......
Read more

Quannu Moru : La vera storia della canzone e dell'autentica amicizia tra Rosa Balistreri Felice M.A. Liotti

Quannu Moru : La vera storia della canzone e dell'autentica amicizia tra Rosa Balistreri Felice M.A. Liotti

"Dicembre 1989...da qualche mese non vedevo Rosa perché si era trasferita a Castelfiorentino. Mi arriva una sua telefonata con la quale mi dice, con la disperazione nella voce, che ha bisogno di aiuto e morale e materiale. Non ha soldi né lavoro e non sa come fare. Mi chiede di procurarle una serata qualsiasi, anche in una bettola, pur di risolvere quella crisi. Su due piedi non seppi rispondere, ma poi ricordai che avevo degli amici ristoratori romagnoli che ogni anno facevano il veglione di fine anno. Andai subito a proporre Rosa e , ascoltata una cassetta, ne furono entusiasti. Inutile parlare del successo ottenuto. In quel tempo trasmettevo da una radio di Tommaso Natale (Radio Veronica) ed invitai Rosa e gli amici a fare gli auguri al mondo. Eravamo i tanti: il titolare della radio Piero Azzara, io, mia moglie, Tanino Gaglio, Fifo Costanzo ed altri. Nel pieno dell'allegria ed il piacere di stare insieme, Rosa: "Zittivi tutti, v'ha ' ' aj' a cantari 'na cosa ch'un sapi nuddu: QUANNU MORU...."
Read more

;